Napoli

Napoli offre molte attrazioni culturali (castelli, ville, chiese, musei e altro).

Napoli è ampiamente conosciuta come una popolare destinazione turistica e ci sono molti visitatori durante tutto l’anno.

Sito ufficiale dell’ente del turismo

View of Naples with Vesuvio

Livioandronico2013, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Come arrivare a Napoli

L’Aeroporto di Napoli (Aeroporto Internazionale di Napoli Capodichino) è collegato al centro città tramite una linea speciale di autobus denominata Alibus shuttle.

La città di Napoli dispone di fantastici mezzi pubblici e guidare può essere complicato, quindi è meglio lasciare l’auto all’aeroporto o all’hotel dove alloggerai, e usarla per uscire dalla città verso destinazioni più lontane.

Per maggiori informazioni consultare i siti web degli aeroporti:
https://www.aeroportodinapoli.it

Cosa vedere a Napoli

Spaccanapoli

Spaccanapoli è una strada principale diritta e stretta che attraversa il centro storico della città di Napoli. Come suggerisce il nome (“Napoli splitter”), divide la parte vecchia e la parte nuova della città.

Spaccanapoli è una delle principali attrazioni di Napoli e una passeggiata perfetta per i turisti, poiché consente l’accesso a un gran numero di luoghi d’interesse. Questi includono le chiese di Santa Chiara, Santa Marta, San Biagio Maggiore, San Francesco delle Monache e palazzi Venezia, Petrucci, Pinelli, Carafa della Spina, Filomarino della Rocca, Marigliano, Nilo (con statua del Dio Nilo) e Palazzo del Monte di Pietà , tra gli altri.

Spaccanapoli - panoramio

renato agostini, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni utili

Visualizza posizione su Google Maps
Dalla stazione Napoli centrale:

  • A piedi: 24 minuti
  • Metro: da Piazza Garibaldi Linea L1 (direzione Piscinola), fermata Duomo
  • Bus: n. 151, fermate Attestamento – Giulio Cesare – Tecchio

Cappella di Sansevero e Cristo velato

Conosciuta anche come Cappella di Santa Maria della Pietà, questa cappella si trova appena a nord-ovest della chiesa di San Domenico Maggiore, nel centro storico di Napoli. Contiene opere d’arte rococò di alcuni dei maggiori artisti italiani del XVIII secolo.

Da non perdere tre sculture particolari, con splendida raffigurazione di veli traslucidi e rete da pescatore: la Verità Velata (Pudicizia, detta anche Modestia o Castità) di Corradini, il Cristo Velato sotto Sindone del genio Sanmartino e La Liberazione dall’Inganno (Disinganno) di Queirolo di Genova. Il Cristo velato, in particolare, è considerato una delle sculture più straordinarie del mondo e, secondo la leggenda, è stato creato dall’alchimia.

Cappella Sansevero (15041603867)

Informazioni utili

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
9:00 – 19:00 (ultimo ingresso: 18:30)
Martedì
Biglietto Standard: 10 € + 2 € di prevendita
Da Spaccanapoli:

  • A piedi: 2 minuti

Dalla stazione Napoli Centrale:

  • A piedi: 25 minuti
  • Metro: da Piazza Garibaldi Linea L1, fermata Dante
  • Bus: n. 151, fermata Marchese Campodisola

Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Chiamato anche MANN, custodisce una collezione di opere di epoca greca, romana e rinascimentale e incredibili manufatti romani provenienti dai vicini siti di Pompei, Stabia ed Ercolano.

Tra le opere degne di nota: la Coppa Farnese (coppa tolemaica in agata sardonica, con gemme raccolte da Cosimo de’ Medici e Lorenzo il Magnifico); i papiri di Ercolano, carbonizzati dall’eruzione del Vesuvio; i Marmi Farnese (Ercole, Atlante, Toro, Artemide, busti di imperatori romani e altro); bronzi dalla Villa dei Papiri (l’Ermete seduto e un tentacolare Satiro Ubriaco, tra gli altri); la Collezione Mosaici, con importanti mosaici recuperati dalle rovine di Pompei e delle altre città vesuviane (es. Mosaico di Alessandro).

Museo Archeologico Nazionale di Napoli 42

Simon Burchell, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni utili

Visualizza posizione su Google Maps
Official site 
9:00 – 19:30
25 dicembre, 1 gennaio
Chiusura settimanale: Martedì
Biglietto standard: 15 €
Da Spaccanapoli:

  • A piedi: 13 minuti

Dalla stazione Napoli Centrale:

  • A piedi: 29 minuti
  • Metro: da Piazza Garibaldi Linea L1, fermata Museo
  • Bus: n. 151, fermata Museo

Piazza del Plebiscito e Palazzo Reale

Intitolata al plebiscito che portò Napoli nell’unificazione del Regno d’Italia sotto Casa Savoia, la Piazza è molto vicina al Golfo di Napoli, e delimitata da Palazzo Reale (a est) e dalla chiesa di San Francesco di Paola (a ovest) , con colonnati gemelli che si estendono su ciascun lato.

Altri edifici adiacenti sono Palazzo Salerno e Palazzo della Prefettura.

La piazza è talvolta utilizzata per concerti all’aperto. Palazzo Reale è un palazzo, un museo e una storica meta turistica: fu una delle quattro residenze vicino a Napoli utilizzate dalla Casa Borbone durante la loro dominazione del Regno di Napoli e poi del Regno delle Due Sicilie.

Piazza del Plebiscito (43753536320)

Rutger van der Maar, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Informazioni utili

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
9:00 – 20:00
25 dicembre, 1 gennaio
Chiusura settimanale: Mercoledì
Biglietto standard: 6 €
Dal museo archeologico:

  • A piedi: 23 minuti

Dalla stazione Napoli Centrale:

  • A piedi: 40 minuti
  • Metro: da Piazza Garibaldi Linea L1, fermata Municipio
  • Bus: n. 151, fermata Acton

Napoli sotterranea

Si tratta di una zona geotermica sotterranea, con numerose gallerie scavate nel corso dei secoli, che corre sotto Napoli e dintorni, dal Vesuvio a Pompei, Ercolano, l’area vulcanica dei Campi Flegrei, Pozzuoli e Baia.

L’estrema pressione geotermica ha contribuito a formare un’arenaria vulcanica forte, durevole e malleabile chiamata tufo, un materiale da costruzione incredibile. Le caverne risultanti dall’attività estrattiva furono successivamente utilizzate per formare serbatoi d’acqua, con l’acqua qui deviata dagli acquedotti principali. Gli antichi greci scavarono lunghi ed elaborati acquedotti sotto la città più di 2.500 anni fa.

Napoli sotterranea (scala scavata)

Informazioni utili

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
Inizio del tour:

  • Dal lunedì al venerdì: 10:00, 12:00, 16:30
  • Sabato: 10:00, 12:00, 16:30, 18:00
  • Domenica e festivi: 10:00, 11:00, 12:00, 16:30
Nessun giorno di chiusura
Biglietto standard: 10 €
Dalla stazione Napoli Centrale:

  • A piedi: 20 minuti
  • Metro: da Piazza Garibaldi Linea L1, fermata Duomo

Museo di Capodimonte

Il Museo di Capodimonte è un museo d’arte situato nella Reggia di Capodimonte, un grande palazzo borbonico. Il museo, uno dei più grandi d’Italia, custodisce dipinti, arte decorativa e antiche sculture romane di straordinaria importanza. Il primo e il secondo piano ospitano la Galleria Nazionale, con dipinti di Caravaggio, Tiziano, Raffaello, El Greco, Giovanni Bellini, Simone Martini, Masaccio, Lorenzo Lotto, Giorgio Vasari, Jacob Philipp Hackert e molti altri.

Cogli l’occasione per apprezzare anche i dipinti della scuola napoletana, di Jusepe de Ribera, Luca Giordano e dei Caravaggisti napoletani, tra gli altri. Al piano terra si possono ammirare anche sculture classiche della collezione Farnese.

Sala 20 (Museo nazionale di Capodimonte) 001

Mentnafunangann, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni utili

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
8:30 – 19:30
Mercoledì
Biglietto standard: 10 €
Dalla stazione Napoli Centrale:

  • A piedi: 44 minuti
  • Metro: da Piazza Garibaldi Linea L1, fermata Museo
  • Bus: n. 460

Castello Nuovo o Mschio Angioino

Questo castello medievale si trova di fronte a Piazza Municipio e al municipio (Palazzo San Giacomo) nel centro di Napoli. Fu una delle sedi reali dei re di Napoli, Aragona e Spagna fino al 1815, e la sua posizione panoramica e l’imponente mole ne fanno uno dei principali monumenti architettonici della città.

Molte personalità illustri vi hanno soggiornato, tra cui Boccaccio, Giotto, Papa Bonifacio VIII, Papa Celestino V e Petrarca. Il suo nome deriva da Carlo I d’Angiò, sotto il cui regno fu costruito il castello, sia come residenza reale che come fortezza.

Maschio angioino1

Santo Mario Gattuso, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Informazioni utili

Visualizza posizione su Google Maps
Sito ufficiale 
8:30 – 18:30
Domenica
Biglietto standard: 6 €
Dalla stazione Napoli Centrale:

  • A piedi: 34 minuti
  • Metro: da Piazza Garibaldi Linea L1, fermata Municipio
  • Bus: R2, fermata Piazza Municipio

Galleria Umberto I

La Galleria Umberto I è una galleria commerciale pubblica situata direttamente di fronte al teatro dell’opera San Carlo. Fu costruita un decennio prima del 1900 in Stile Umbertino, con elementi architettonici moderni che ricordano la Galleria Vittorio Emanuele II di Milano.

L’obiettivo era quello di combinare insieme spazio pubblico e privato, con attività commerciali, negozi, caffè e vita sociale al primo piano e appartamenti privati al terzo. L’edificio fa parte dell’elenco dell’UNESCO del Centro Storico di Napoli come Patrimonio dell’Umanità e la sua struttura alta e spaziosa e la cupola di vetro ti stupiranno.

Galleria Umberto I, Interior, Naples (5263)

Marco Ober, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Informazioni utili

Visualizza posizione su Google Maps
Dal Castello Nuovo:

  • A piedi: 2 minuti

Dalla stazione Napoli Centrale:

  • A piedi: 36 minuti
  • Metro: da Piazza Garibaldi Linea L1, fermata Municipio